23 febbraio 2011

di quella volta che venni abbordata per strada.

Perchè anche la Poison è stata un bel donnino, a suo tempo. E, come a tutti i bei donnini che si rispettino, anche a lei è successo di venire abbordata per strada. Questo episodio accadde nel lontano  2007, e all'epoca dei fatti ne parlai sul blog. Non questo, che nel 2007 non esisteva ancora, l'altro.  Che all'epoca non leggeva nessuno. Quindi è come se non l'avessi mai scritto. Vabbè, per farla breve, ripropongo:

...mentre indicavo a due turisti da che parte dirigersi per raggiungere la zona del “quadrilatero romano” sono stata abbordata (v.tr. fig., avvicinare qcn. con l’intento di attaccare discorso: abbordare uno sconosciuto per strada) da un maschio bianco di razza caucasica verosimilmente eterosessuale.
Questo è il dialogo che mi ha vista interprete stupefatta.
Maschio Bianco: “Sei impegnata?”
La sottoscritta, che, per simpatia, chiameremo Zitella Acida: “Sì, abbastanza.”
M.B. “non intendevo adesso, ma in generale”
Z.A., colta alla sprovvista: “bah, boh, mah, sì, insomma, non so. scusa ma sono un po’ di fretta, devo arrivare alla feltrinelli prima che chiuda”
M.B. “sì, capisco, ma senti, è che prima ti sei girata e… sei carina, mi piacerebbe conoscerti. ho 30 anni, non sono un ragazzino”
Z.A. “senti, faccio uso regolare di specchi da più di 40 anni e ho poche certezze nella vita: una di queste è che io NON sono carina”.
M.B. “no, ti assicuro, non è vero. Sei molto carina.”
Z.A. “lascia perdere, ho avuto una giornata infernale e non è davvero il caso che tu insista”
M.B. “ah, non mi parlare di lavoro, pensavamo che dopo le feste calasse un po’ il ritmo e invece c’è sempre un sacco da fare. Io lavoro da Fiorio. (ndr : famoso caffè/gelateria torinese, che fa parte dei locali storici d’italia) Io invece sto cercando un dvd un po’ particolare”
Z.A. “ah”
M.B. “non pensare male, non sto cercando un fim porno”
Z.A. “ti assicuro che se anche tu fossi alla ricerca dell’opera omnia di teresa orlowsky io non penserei nulla comunque”
M.B. “no, io sono appassionato di operetta”
Z.A. “capisco” (forse era meglio teresa orlowsky?) “sono totalmente ignorante in materia.”
M.B. ha iniziato uno spiegone appassionato sugli splendori dell’operetta, che ad una profana come la sottoscritta sono risultati interessanti quanto un simposio sull’elettrodermocoagulazione dei peli inguinali nel suino nero dei nebrodi…
Z.A. “hai provato nel negozio in via viotti ?”
M.B. “arrivo proprio da lì, niente”
Z.A. “internet?”
M.B. “macchè”
Z.A. “viaggio in austria?”
M.B. “no no, adesso parlo con una mia amica che forse riesce tramite sua nonna che è in contatto con la zia del cugino del fruttivendolo della governante della nonna del vicino di casa del portinaio………
Z.A. “buona fortuna”
M.B. “ma da fiorio non vieni mai?”
Z.A. “scherzi? sono una frequentatrice storica, quasi come Cavour.”
M.B. “non ti ho mai visto”
Z.A. “non so che dirti”
M.B. “mi chiamo alberto”
Z.A. “ciao alberto, piacere”
M.B. “mi farebbe davvero piacere rivederti
Z.A. “…”
M.B. “potresti venire a bere qualcosa da fiorio”
Z.A. “sì, potrei.”

11 commenti:

  1. teresa orlowsky? sei sicura che tutto ciò accadeva solo nel 2007?

    RispondiElimina
  2. tu sei malata... ma veramente malata... sicuramente più di me!!!! ahahahahahah MUOIOOOOOOOOOO!!! chi cazzo è teresa orlowsky?????

    RispondiElimina
  3. Mmmm non mollava il marpione eh?! Ma certi uomini, la parola NO mica la capiscono. Ancor meno "Vado di fretta!" Mah!

    RispondiElimina
  4. @Dantes: mi perdonerai, ma non sono molto pratica del genere, mi è venuta in mente lei...
    @Madame: malata? io? naaaaaaaaaaaaaaa! Comunque la teresa era una pornostar, ma se vuoi sapere qualcosa di più rivolgiti a Dantes! ;)
    @Libby: è che probabilmente gli scatta il meccanismo per cui secondo loro un NO significa forse... :)

    RispondiElimina
  5. madame: teresa orlowsky, tedesca come io sono piemontese, famosa negli anni ottanta, carnagione scura, capelli neri, grandi tette, ma non era tra le mie preferite: in quel periodo preferivo le biondine tipo le finte sorelle lynn

    RispondiElimina
  6. @madame: visto? che ti avevo detto??? ah ah ah ah
    (sono la tenutaria del blog che non riesce a loggarsi)

    RispondiElimina
  7. Ma fammi capire, tu non ci sei stata perchè era troppo giovane, o perchè faceva un lavoro al di sotto delle tue aspettative? :)
    Come mai hai buttato nel cesso un'occasione così ghiotta?
    E se non ti ricapita? :-)

    RispondiElimina
  8. @PRxT: troppo giovane? al limite troppo vecchio!!! :)
    Scherzi a parte io non ci sono stata semplicemente perchè aveva la faccia da seminarista introverso. Che poi magari come dopolavoro fa la controfigura di Rocco Siffredi, chi può saperlo?

    (sempre la tenutaria del blog, che, per un momentaneo cedimento di IE si sta connettendo con Mozzilla, che non la fa loggare)

    RispondiElimina
  9. Attenta ai seminaristi introversi... Io so che in genere nascondono grandi risorse, anzi enormi!!!
    E ovviamente lo so per esperienza, dopo quella volta che ho fatto un giretto in seminario....
    :-P

    Ciao tenutaria, senza login mi incuti meno timore... Non so, riesco a sfotterti meglio...
    :-)

    RispondiElimina
  10. Io conosco Eva Orlowsky...

    Comunque c'ha provato dai, un plauso al coraggio!

    RispondiElimina