28 marzo 2008

La banda

Il film inizia con gli 8 suonatori della banda della polizia di Alessandria fermi sul marciapiede dell’aeroporto. Sono stati invitati a suonare all’inaugurazione di un centro culturale arabo in una cittadina israeliana, ma al loro arrivo a Tel Aviv non trovano nessuno ad attenderli.
Il pragmatico Tewfiq, colonnello e direttore d’orchestra, decide di raggiungere con gli autobus locali la località che dovrà ospitarli ma, per un errore di pronuncia, invece di arrivare a Petah Tikva, si ritrovano nella sperduta Bet Hatikva.
Spaesati e demoralizzati, nonché bloccati nello sperduto paesino, in quanto la corriera passa soltanto una volta al giorno, devono accettare l’ospitalità di Dina, proprietaria di un ristorante, e del suo aiutante, che li inviteranno nelle loro case, sfidando lo scetticismo e la diffidenza dei parenti.
Malinconico ma al tempo stesso velato di sottile umorismo, è un film garbato e piacevole.


Nessun commento:

Posta un commento